Universo & Anti-Universo
 

Abbiamo visto come l'atomo presenti una asimmetria tra nucleo centrale positronico e nube periferica elettronica.
Come per le due facce di una medaglia, se esiste l'atomo non potrà dunque non esistere -per simmetria- una struttura simmetricamente opposta (speculare) con nucleo centrale elettronico e nube periferica positronica, che chiameremo:

anti-atomo
 

Supponendo che nel "nostro" Universo non siano contemporaneamente presenti atomi & anti-atomi, possiamo   elaborare tre ipotesi:

1a ipotesi  ®   il "nostro" Universo vibra attorno ad un punto di equilibrio centrale, estroflettendosi ora in un    verso (Universo attuale) ora nell'altro (Anti-Universo),    in un MOTO ARMONICO CONTINUO, in cui gli atomi del nostro Universo "risvoltano" (come un guanto) nei corrispondenti ANTI-ATOMI e viceversa.

(DANZA DI SHIVA)

 

2 ipotesi  ®    esistono due Universi legati da un movimento complementare "a carrucola" (quando il primo raggiunge la massima  espansione il secondo è in condizioni di Big-Bang e viceversa): poiché nel "nostro" Universo esistono gli atomi, nell'Anti-Universo troveremo gli Anti-Atomi.

 

3a ipotesi  ®   il "nostro" Universo nasce (big bang) con i suoi atomi contemporaneamente al "gemello" Anti-Universo (con i suoi anti-atomi) e -per il principio della conservazione della quantità di moto- i 2 Universi si espandono simmetricamente:

  1.  fino ad un valore massimo, superato il quale (per "inerzia"), inizia il percorso inverso che li riporterà alla condizione di equilibrio iniziale, superato il quale (per "inerzia") si innescherà un nuovo big bang ® teoria delle stringhe ® T-Brana

  2. fino a diventare completamente fotonico (il Nostro) & antifotonico (l'Altro), di talché l'originario rapporto di entanglement riconduca il Tutto alle originarie condizioni iniziali

(mito di Zeus & Zagreus)

 

Se, invece, atomi & anti-atomi fossero contemporaneamente presenti nel "nostro" Universo,

l'annichilimento reciproco porterebbe ad  un Universo quantico statico di tipo euclideo.